Docenti

Prof. Paolo De Pascali (direttore master): docente di urbanistica, esperto di pianificazione dello sviluppo locale con particolare attenzione alla valenza energetica e ambientale. Incarico attuale di Professore di Prima fascia di Urbanistica (ICAR21), 08/F1 Responsabile del Corso di Laurea Magistrale in Analisi Sociale e Progettazione Territoriale. Dal 1983 direttore di istituti di ricerca, responsabile di progetti di ricerca e innovazione in programmi nazionali e comunitari nel campo dell’energia e insediamenti, membro di comitati e gruppi di lavoro.

Daniela De Leo (consiglio scientifico master): ricercatore confermato abilitata associato (ICAR21), esperta di politiche pubbliche e processi partecipativi, esperienza pluriennale come docente del Master nei moduli in: Processi decisionali e gestione urbanistica e Teorie e tecniche della progettazione urbanistica.

Barbara Pizzo (consiglio scientifico master): ricercatore confermato abilitata associato (ICAR21), esperta di pianificazione del paesaggio, esperienza pluriennale come docente del Master dei moduli in: Valutazione e riduzione rischio sismico e Valutazione e riduzione rischio idrogeologico.

Giacinto Donvito, (consiglio scientifico master), ricercatore confermato abilitato associato (ICAR21), esperto di tecniche della progettazione urbanistica, esperienza pluriennale come docente del Master del modulo in: Teorie e tecniche della progettazione urbanistica.

Paolo Scattoni, (consiglio scientifico master): dal novembre 1993 è professore associato (ICAR21) di ruolo presso Sapienza- Università di Roma, ex Direttore del Master Urbam dal 2013 al 2016 e docente nello stesso master dal 2005. Svolge attività di ricerca sui processi decisionali e di gestione nell’urbanistica contemporanea. Ha anche partecipato ad attività di ricerca sulla pianificazione nei paesi in via di sviluppo e in particolare in Etiopia, Eritrea e Mozambico. Ha curato (con Elisenda Vila) il volume Organizzazione del territorio e gestione urbanistica nei Paesi in via di sviluppo (1994). Ha pubblicato con la Newton & Compton L’urbanistica dell’Italia contemporanea. Dall’unità ai giorni nostri (2004). Ha pubblicato i risulotati delle sue ricerche su riviste specializzate italiane e straniere. E’ stato responsabile scientifico per la redazione del Piano Strutturale di Grosseto. Ha fondato e dirige la rivista on line Italian Journal of Planning Practice. Ha insegnato nel Master URBAM sin dalla sua fondazione.

Roberto Turi (consiglio scientifico master): esperto valutatore nei processi di progettazione e rendicontazione europea che insegna in un modulo specifico al Master Urbam, ha svolto attività di pianificazione dello sviluppo locale e territoriale; attualmente collabora con enti pubblici nel campo della realizzazione e implementazione di modelli adottati a livello istituzionale per la rilevazione nel mercato del lavoro degli interventi in materia di politiche attive del lavoro; inoltra ha collaborato alla definizione di alcuni modelli innovati nel settore della Responsabilità Sociale dell’Impresa, lato Bilancio Integrato e in particolare nella misurazione degli impatti in un territorio generati dalle politiche del lavoro. Autore di articoli in riviste specializzate, socio dell’AIAF Associazione Italiana Analisti Finanziari e Presidente dell’Associazione di Promozione Sociale Ellisse.

Guglielmo Bilanzone: architetto, ha dedicato una parte importante della sua attività professionale elaborando o coordinando numerosi e importanti studi di impatto ambientale e producendo pubblicazioni sull’argomento. Senza mai abbandonare tale specifico settore, le sue competenze si sono progressivamente ampliate e differenziate aprendosi a diversi campi dell’analisi territoriale ed ambientale. Con colleghi di medesima estrazione nel 1998 ha aperto il Cras – Centro ricerche applicate per lo sviluppo sostenibile, nell’ambito del quale svolge tutt’oggi la sua attività. In campo universitario, oltre ai diversi contributi in Master, seminari ed altre iniziative, è stato per diversi anni professore a contratto in discipline attinenti la valutazione ambientale presso la facoltà di Architettura L. Quaroni e la facoltà di Economia a Roma. Nel 1996 è stato docente nell’ambito delle attività della Cooperazione universitaria in Angola.

Stefano Merola: architetto, Direzione Regionale Territorio Urbanistica e Mobilità della Regione Lazio, esperto dei sistemi informativi territoriali, esperienza pluriennale come docente del Master nel modulo: Basi per la realizzazione dei sistemi informativi territoriali.

Gianfrancesco Fidone: avvocato amministrativista in Roma, patrocinante innanzi alle Magistrature Superiori, titolare dello studio legale Fidone-Linguiti, specializzato in diritto amministrativo e contrattualistica pubblca. Vice Presidente di AEQUA – Associazione per l’efficienza e la qualità nell’amministrazione. Professore a contratto di Istituzioni di diritto (diritto amministrativo – IUS 10) presso la facoltà di Architettura dell’Università di Roma La Sapienza, di Diritto Amministrativo e di Diritto e Regolazione dei Contratti Pubblici presso la facoltà di Giurisprudenza LUISS di Roma. Membro del collegio docenti e professore in Tecnica della finanza di progetto (aspetti giuridici) nel Master di II livello Urb.am, presso la facoltà di Architettura della Università degli Studi di Roma La Sapienza. Già Professore a contratto di Diritto Amministrativo (anni 2008-2011) e Legislazione Urbanistica ed Edilizia (anni 2007-2008) presso la facoltà di Architettura Ludovico Quadroni della Università degli Studi di Roma La Sapienza. Dottore di Ricerca in Economia e Tecnica della Finanza di Progetto (LUISS Roma). Laurea in Giurisprudenza (La Sapienza Roma) ed Economia e Commercio (La Sapienza Roma).

Alessandra Montenero: architetto. E’ stata prima Dirigente e poi Direttore di molteplici Uffici tecnici del Comune di Roma, in particolare Vice Segretario
Generale Tecnico ( dal 1995 al 1996) e Direttore del Dipartimento XII – Lavori Pubblici e Manutenzione Urbana (dal 1995 al 2004). Presidente della Sezione Lazio dell’Istituto Nazionale di Urbanistica e componente del Consiglio Nazionale INU. Consulente della Direzione Investimenti e Finanza (dal 2004 al 2007), per la predisposizione dello Schema del Programma Triennale dei Lavori Pubblici del Comune di Roma. E’ stata consulente di Società di Ingegneria per progettazioni edilizie e per predisposizioni di programmi complessi. Docente a Contratto per corsi di Progettazione Urbanistica presso la Facoltà di Architettura delle Università “La Sapienza” di Roma e di Pescara. Docente del modulo “Processi decisionali e gestione urbanistica al Master “UrbAm“ – Università degli Studi di Roma “La Sapienza” – Facoltà di Architettura “Ludovico Quaroni” dall’anno 2006 al 2011. Ha svolto e svolge attività di progettista di interventi edilizi e di piani urbanistici.

Claudio Guccione: avvocato amministrativista, patrocinante alle Magistrature Superiori, Socio Fondatore di P&I – Studio Legale Guccione e Associati. Esperto nella contrattualistica pubblica. In particolare, svolge attività di consulenza e assistenza nel contenzioso (amministrativo, civile ed arbitrale), in materia di concessioni di lavori e di servizi pubblici(autostrade, ospedali, trasporti, telecomunicazioni, energia, acqua, gas), di project finance di appalti pubblici di lavori, servizi e forniture.  Direttore, con il Prof. Avv. Filippo Lubrano, del Corso sui contratti pubblici (disciplina sostanziale e profili processuali), organizzato dalla Società Italiana Avvocati Amministrativisti in collaborazione con la LUISS; referente scientifico in EMIC – Executive Program in Management delle Imprese di Costruzione della Luiss Business School; referente per le materie “lavori pubblici e contratti della Pubblica Amministrazione” del “Giornale di Diritto Amministrativo” (IPSOA); membro del comitato di redazione della Rivista Amministrativa della Repubblica Italiana; cura da anni la rubrica “L’opinione legale” della rivista “Le Strade”.

Stefano Gattamelata: avvocato amministrativista dal 1990; cassazionista dal 2002. Name partner dello Studio legale Gattamelata e Associati di Roma. Professore a contratto di Giustizia amministrativa, dal 2004, presso la Scuola di specializzazione in diritto amministrativo dell’Università degli Studi di Teramo. Docente di Organizzazione delle autonomie locali presso il Master URBAM dal 2007. E’ autore di numerose pubblicazioni scientifiche; cura altresì questioni di deontologia professionale e di etica applicata alle professioni; Relatore in convegni nazionali. Fa parte i) del Comitato di redazione della Rivista Amministrativa della Repubblica Italiana; ii) del Comitato scientifico della Rivista Amministrativ@mente; iii) del Consiglio di Direzione della Rivista Amministrativa degli appalti.

Francesca Romana Feleppa: avvocato dal 2007 e dottore di ricerca in Diritto Amministrativo presso l’Università degli studi di Roma La Sapienza (2011). Specializzata in Diritto e Tecnica degli Appalti Pubblici (2008). Mediatore civile e commerciale (2011). Ha prestato servizio presso la Divisione Affari giuridici del Ministero delle Attività Produttive (2004). Dal 2005 esercita l’attività professionale presso lo Studio, con particolare approfondimento della contrattualistica pubblica. Docente in corsi di formazione in materia di appalti pubblici presso la LUISS Business School ed Università pubbliche. Docente di Organizzazione e gestione delle amministrazioni locali e procedimenti amministrativi nel Master URBAM. Autrice di pubblicazioni in materia di diritto amministrativo ed in particolare in tema di procedure ad evidenza pubblica e giustizia amministrativa. Ottima conoscenza della lingua inglese (Cambridge Advanced CAE).

Carmela Giannino: esperienza pluriennale nel Master Urbam, architetto, Dipartimento Affari Regionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, docente universitario a contratto, esperta di politiche di sviluppo urbano, esperienza pluriennale come docente del Master nel modulo: l’attuazione delle previsioni urbanistiche. Il passaggio dalla dimensione tecnica alla dimensione operativa nella P.A..

Pietro Pettini: architetto, nato a Grosseto nel 1952. Laureato nel 1976 presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Dal 1996 ad oggi è Presidente dell’Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Grosseto, dal 1984 è stato Dirigente del Settore Sviluppo e Tutela del Territorio e dal 2003 Direttore d’Area dell’Amministrazione Provinciale di Grosseto. In quiescènza dal 2012 con la Provincia, oggi è un libero professionista. La sua attività oltre che nel campo della pianificazione territoriale, urbanistica e paesaggistica, si è sviluppata anche in campo ambientale, nella conservazione della natura e nella tutela dei beni storici ed artistici. Per la programmazione e pianificazione territoriale si è occupato come progettista del Piano Territoriale di Coordinamento della Provincia di Grosseto del 1999 e del 2010, del Patto Territoriale per lo Sviluppo della Maremma Grossetana, del Piano Energetico, del Piano per le Attività Estrattive, del Piano Regolatore Aeroportuale di Grosseto, del Piano dei Parchi Archeologici, del Piano di Bacino dei Trasporti, del Piano per le Aree Sciistiche
Attrezzate, del Piano dei Rifiuti e delle Bonifiche e dei Siti Inquinati, del Piano Faunistico-Venatorio, del Piano Antincendio, del Piano Ittico e del Piano di Azione per lo Sviluppo Locale della Provincia di Grosseto, oltre che di numerosi strumenti urbanistici generali e attuativi.

Leonardo Checola: laureato in Ingegneria Meccanica. Dopo esperienze nel settore industriale ed in ambito bancario, dove tra il 1987 ed il 1998 ha svolto attività di istruttoria per finanziamenti di investimenti industriali e di grandi opere, ha prestato la propria collaborazione per istituti e società di emanazione bancaria, svolgendo ruoli di valutazione tecnica e finanziaria di investimenti, in particolare nell’ambito delle operazioni in Partenariato Pubblico Privato. Svolge attività di assistenza ad Enti Locali per la predisposizione di studi di fattibilità o per la valutazione delle proposte presentate da soggetti privati relative alla realizzazione di opere di pubblica utilità nonché di verifica e di validazione dei processi di finanziamento delle opere.

 

I commenti sono chiusi.